#RadioItaliaLive, tanta roba in Tv e su Twitter

Nuovo record di interazioni su Twitter per la seconda parte di “RadioItaliaLive-Il concerto”, andata in onda giovedì sera su Italia 1 in prima serata. Le note dei grandi della musica italiana hanno emozionato ancora  una volta i telespettatori e il concerto-evento di piazza Duomo ha monopolizzato nuovamente le conversazioni su Twitter, facendo registrare 11mila cinguettii per la sola serata di giovedì.
Un vero e proprio boom di tweet: oltre 30.000  considerando entrambe le serate di trasmissione (qui i dati della prima serata). Diamo un’occhiata ai numeri di questa seconda parte di #radioitalialive su Twitter.
A commentare sono stati 7089 utenti,  generando un volume di impression (calcolate moltiplicando il numero di tweet effettuati da un utente per il numero dei suoi follower) che ha superato i 32 milioni.
Il momento di massima attività si è registrato alle ore 21.59 , subito dopo l’esibizione di Marco Mengoni, che dopo aver cantato la sua hit L’essenziale, ha realizzato un grande disegno dedicato ai suoi fan.

Tra gli utenti più popolari della serata (calcolati secondo il numero di citazioni, siano esse mention o retweet) in pole position c’è @social_mediaset (menzionato in 1.249 tweet), subito seguito da @radioitalia (con un totale di 1.193 tweet),  @negramaro (a quota 849 citazioni) da @mengonimarco (con 795 menzioni).

Proseguiamo con l’analisi realizzata da The Fool per Social Mediaset:

Le parole più utilizzate, anche per questa seconda puntata sono state: “amoroso” (citata 3.580 volte), “que” utilizzata complessivamente 1.748 volte,  “mengoni” con 1.745 citazioni, e infine “marco”, utilizzata 1.419 volte.

Gli hashtag più utilizzati sono stati #radioitalialive (2.594 utilizzi), #mengoni (1.094 utilizzi), #artistsaga (1.060).

Una doppia serata di grandi numeri, questa di #radioitalialive su Twitter che ha raggiunto, sommando le due serate, un totale di oltre 90 milioni di visualizzazioni (impression) dei tweet e dei retweet dedicati all’evento.

Tanta roba, per dirla alla @FabriFibra.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter

Lascia un commento