Il blocco degli statali è il tema di stasera, commentate via #SocialTv

quintacolonna_fotoIl blocco degli statali è al centro del primo appuntamento di Quinta Colonna. Paolo Del Debbio entra subito nel vivo dei problemi del Paese parlando dello sciopero minacciato dai sindacati di Polizia, dopo la riconferma anche per il 2015 non ci saranno aumenti negli stipendi degli statali.

In studio, a dibattere sui temi della serata, saranno presenti Carmela Rozza (Pd), Giorgia Meloni (Fli), Simona Bonafè (Pd), Maurizio Gasparri (Fi), Rosario Trefiletti (presidente Federconsumatori), Gabriele Salvatore (presidente Commissione Speciale assegnazione Case popolari del Comune di Chieti, Pd), Daniele Martinelli (ex responsabile comunicazione M5S), Mario Giordano e Don Davide Banzato.

E anche voi da casa potete partecipare attivamente commentando in diretta la puntata sul servizio SocialTv: www.quintacolonna.mediaset.it.

I commenti più interessanti saranno mandati in onda in tv.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter

5 Commenti a “Il blocco degli statali è il tema di stasera, commentate via #SocialTv”

  1. Anonimo scrive:

    piace quello che ha detto BERLUSCONI

  2. gianpaolo scrive:

    Marchion belle parole ma vive in svizzera e non paga tasse in italia bravo bravo

  3. Paolo49 scrive:

    Cancellare la “riforma fornero” e tornare alla precedente, Maroni, più equa!!!

  4. salvo scrive:

    Come cittadino stanco di tutte queste tasse e prese in giro da parte dei politici vorrei esprimere il mio parere sul ridurre le tasse e l unico modo e portare l iva ad una percentuale bassa per aumentare profitto e aumentare il lavoro e sopratutto ridurre l evasione fiscale, e trovo assurdo che il governo debba stabilizzare 150000 precari insegnanti e non debba stabilizzare 15000 precari dei vigili del fuoco che neanche vengono calcolati e mai discusso in TV di questa situazione assurda.

  5. sandra musiani scrive:

    non e’ giusto pagare la tassa sulla prima casa, gia’ pagata con il reddito tassato e costata sacrifici e rinunce. basta con queste ingiustizie.

Lascia un commento