Quasi 30mila tweet per la settima puntata di #CePostaPerTe

ceposta.350_7Ospiti del calibro di keanu Reeves e Gigi Buffon sabato sera alla settima puntata di #CePostaPerTe.
Tante le storie belle, commoventi, toccanti e divertenti. Tante le cose da commentare anche sui social.
Su Twitter i commenti hanno sfiorato i 30mila.

 

 

 

 

TWEET-SHARE

Di seguito il grafico che mette a confronto il flusso dei tweet con il trend degli ascolti tv:

ceposta

PICCHI DI TWEET

Il primo picco di tweet si è registrato all’inizio della puntata, con l’arrivo dell’ospite #keanuReeves. 141 tweet alle 21:25.

Ma il picco più alto di tweet si è registrato alle 22:33 sulla storia di Andrea, un uomo che per anni è riuscito ad avere due relazioni: una con la moglie, dalla quale ha avuto anche una figlia, e una con una donna di un paese vicino.
Le due donne hanno saputo la verità.
Lui ha chiesto la separazione alla moglie ed ha provato a riconciliarsi con la “fidanzata”.  Ma lei ha chiuso la busta.

Terzo picco alle 00:23 con 298 tweet, sulla storia di una mamma che vuole riallacciare i rapporti con il figlio Thomas e con la compagna. Ma anche in questo caso la busta si è chiusa senza una riconciliazione.

Picchi_posta7

I NUMERI SOCIAL

Ecco nel dettaglio il numero di tweet, di utenti unici, le impression e il minuto di picco (monitoring dalle 18:00 alle 03:00):

ceposta7_tweet

 

 

HASHTAG PIU’ UTILIZZATI

Al primo posto c’è l’hashtag ufficiale #cepostaperte con oltre 27mila citazioni.

#_posta7

Ecco la socialcloud che rappresenta graficamente le parole chiave e gli hashtag più utilizzati:

cloud_posta7

 

MAPPA DEI TWEET

Nella mappa dei tweet le zone dalle quali sono stati inviati più messaggi.
Le zone in rosso sono quelle più attive.

mappa7

 

 

TWEET PIU’ RETWITTATI

 

 

UTENTI PIU’ ATTIVI

Ecco gli utenti che hanno inviato in numero maggiore di Tweet:
attivi7

 

UTENTI CHE HANNO GENERATO PIU’ IMPRESSION

Ecco quali sono gli utenti che hanno generato più impression:

impression_7

Ricordiamo che le impression sono calcolate moltiplicando il numero di tweet effettuati da un singolo utente per il numero dei suoi follower. Il dato rappresenta le cosiddette “opportunities to see”, ovvero quante volte una notizia è stata potenzialmente visualizzata

 

NB: L’analisi è stata effettuata raccogliendo le conversazioni contenenti hashtag ufficiali, non ufficiali e parole chiave correlate, generate in un periodo di tempo variabile tra tre ore prima della messa in onda e le tre ore successive alla trasmissione.

Dati: elaborazioni @social_mediaset su dati The Fool

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter

Lascia un commento